Miele: 10 usi alternativi

di Stefano Nurse difficoltà: media

Miele: 10 usi alternativi Il miele rappresenta un ottimo sostituto dello zucchero, nonché un dolcificante naturale, apprezzato anche per le innumerevoli proprietà che ne consentono l'utilizzo in svariati ambiti. Già in epoche antiche, infatti, il miele rivestiva la funzione di un vero e proprio farmaco, da utilizzare per la cura di varie forme patologiche. In tempi recenti, anche la scienza attuale ne ha confermato i numerosi benefici. Nello specifico, è stato evidenziato il valore del prodotto non sottoposto a trasformazioni di tipo industriale. In questa guida illustreremo i 10 usi alternativi del miele, focalizzando l'attenzione sui rimedi per la salute e sull'utilizzo come valido alleato della bellezza.

1 Per prima cosa, è risaputo che il miele è un valido strumento per contrastare la tosse ed il raffreddore, condizioni particolarmente frequenti nella stagione invernale. Sia la tosse che il raffreddore, quindi, possono essere facilmente debellati con una tisana a base di miele, di zenzero e di limone. Questi ultimi sono ricchi di sostanze antibatteriche e, se uniti all'ingrediente principale, combattono il catarro, danno sollievo all'apparato digerente e contrastano l'azione dei virus influenzali.

2 Si può utilizzare il miele per realizzare, in casa e in tutta autonomia, un vero e proprio sciroppo naturale. Per lenire il catarro e la tosse, occorre procurarsi di mezzo bicchiere di miele ed un cucchiaino di olio di semi di girasole, da sciogliere nel succo di un limone. Successivamente, trasferire il preparato in barattolini di vetro sterilizzati, e collocare i contenitori in frigorifero per permettere la loro conservazione. Sono sufficienti due cucchiaini di questo composto, da assumere al bisogno.

Continua la lettura

3 In caso di mal di gola persistente, si può invece realizzare un decotto, aggiungendo anche la cannella.  Sarà sufficiente scaldare una tazza di acqua in un pentolino, sciogliere un paio di cucchiaini di miele ed un cucchiaino di cannella.  Approfondimento Zucchero: 10 usi alternativi (clicca qui) L'infuso, che deve essere assunto preferibilmente caldo, agisce contro l'arrossamento, riducendo il grado di infiammazione delle mucose.

4 Durante la stagione estiva, invece, si potrebbe utilizzare il miele in caso di fastidiose irritazioni cutanee, provocate dalle punture di zanzara. Grazie alle sue proprietà antibatteriche, il miele può anche essere applicato da solo, direttamente sulla zona interessata. Infatti, il miele agisce contro l'arrossamento della pelle ed il prurito dell'area circostante, provocato dal contatto con la zanzara.

5 Il miele trova impiego, anche, per trattare i graffi, le piccole ferite, le lievi scottature o le ustioni dell'epidermide. In questo caso, dovrà essere applicato direttamente sulla zona della lesione. La sua azione antibatterica è molto efficace, soprattutto per la prevenzione del rischio delle infezioni. Inoltre, la sua applicazione consente di velocizzare, di gran lunga, il processo di cicatrizzazione della parte del corpo interessata, favorendone la guarigione.

6 Per chi desidera prendersi cura del proprio viso senza ricorrere a prodotti e cosmetici acquistati nelle profumerie, è sufficiente preparare una maschera idratante, particolarmente adatta per le pelli secche. Per ottenere un composto omogeneo, occorre mescolare un po di miele e di yogurt in pari quantità. Successivamente, applicare la crema ottenuta sulla fronte, sulle guance e nel contorno degli occhi, per poi lasciare agire per un quarto d'ora circa. A seguire, risciacquare con acqua tiepida.

7 Miscelando la cera d'api, con l'olio extra vergine d'oliva, con il miele e con l'olio essenziale al limone, si ricava una crema abbastanza nutriente per il proprio corpo, in grado di conferire una maggiore elasticità e morbidezza alla propria cute. Una volta che è stata sciolta la cera d'api a bagnomaria, occorre aggiungere un cucchiaio di olio extravergine d'oliva, mescolare, per poi lasciare raffreddare per un'ora. Unire, infine, tre cucchiaini di miele e, per concludere, due gocce di olio di limone. Anche in questo caso, il risultato sarà garantito.

8 Chi ha problemi di acne può ottenere beneficio dai trattamenti quotidiani a base di miele purissimo. È sufficiente spalmarne una piccola quantità, con delicatezza, sulle aree del viso maggiormente infiammate. In seguito, coprire la parte interessata con un piccolo cerotto e lasciare agire il composto per circa trenta minuti. Il rimedio risulta essere estremamente efficace, anche, per intervenire in caso di brufoli sorti istantaneamente.

9 Per chi ha la necessità di una soluzione per combattere la stanchezza accumulata sui piedi e sulle gambe dopo un'intensa giornata di lavoro, è consigliato l'utilizzo del miele per preparare un pediluvio molto rilassante. È sufficiente scioglierne due cucchiai abbondanti in una bacinella, riempita in precedenza con dell'acqua calda. Immergere all'interno del catino i piedi, coprendo d'acqua anche le caviglie. Lasciare i piedi nel catino per almeno venti minuti.

10 I capelli secchi, stressati e sfibrati a causa dell'eccessivo utilizzo di piastre e di phon, possono ritrovare benessere e brillantezza con una maschera da applicare alla chioma con regolarità. Per l'impacco, occorre unire il miele e l'olio extra vergine di oliva in pari quantità e, se necessario, aggiungere dell'acqua per diluire questo composto. La miscela ottenuta deve essere applicata prima dello shampoo, per poi lasciarla agire per quindici minuti circa.

Chiodi di garofano: 10 usi alternativi 5 alternative naturali allo shampoo 10 trucchi green di bellezza Come fare una crema naturale per le mani

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli