Come riciclare la pasta avanzata

di Ri Va difficoltà: facile

Come riciclare la pasta avanzata A chi non è mai capitato di non consumare per intero un pasto e magari di non avere avuto tempo o voglia di uscire a fare la spesa? Guarda bene dentro il frigorifero. Potrai trovare quella pasta avanzata dalla sera prima che avevi già deciso di non proporre nuovamente a tavola alla tua famiglia. Magari l'avevi messa lì perché ti spiaceva buttarla, e invece... Magia... Con pochi ingredienti e un pizzico di fantasia, puoi riciclare quella stessa pasta trasformandola in un piatto goloso e nutriente. In questa guida vedremo come fare questo miracolo quotidiano che ti aiuterà a risparmiare sulla spese e a contenere quello spreco di cibo che oggi purtroppo è tanto facile da raggiungere.

Assicurati di avere a portata di mano: uova, noce moscata, pangrattato, parmigiano, mozzarella (o pecorino), piselli lessati, sedano, carota, besciamella.

1 Con un po' di fantasia e pochi ingredienti comuni e presenti in ogni cucina casalinga, potrai realizzare con la pasta avanzata buonissimi piatti per la tua famiglia. Puoi utilizzare indifferentemente tortellini, tagliatelle o rigatoni. Per questa ricetta dovrai avere a portata di mano un uovo, un po' di noce moscata, pangrattato, parmigiano grattugiato, una mozzarella (va bene anche il pecorino da grattugiare). Procurati una pirofila da forno.

2 Scalda per pochi secondi la pasta avanzata nel forno a microonde. In alternativa puoi usare anche una comune padella. La pasta intiepidita sarà più facile da lavorare. Una volta scaldata, adagia la pasta in una scodella alta, versaci il rosso d'uovo, un po'di noce moscata, il parmigiano, la mozzarella fatta a dadini e mescola il tutto. Metti la pasta lavorata sul recipiente per il forno e cospargila di pangrattato. Infornate nel forno ben caldo a 180 °C. Un'ora di cottura dovrebbe essere sufficiente a ottenere un composto compatto e gustoso da tagliare e servire ai tuoi cari. Farai sicuramente un'ottima figura e... Buon appetito.

Continua la lettura

3 In un'altra ricetta veloce per utilizzare cosa ti è rimasto in frigorifero dalla sera prima, magari del riso col tonno, puoi fare delle ottime crocchette di riso.  In questa ricetta ti serviranno alcuni ingredienti Per 8-10 crocchette pulisci e sminuzza un sedano e una carota, soffriggili e versa sopra il battuto il riso con il tonno avanzato.  Approfondimento Come riciclare gli scarti in cucina (clicca qui) Aggiungi dei piselli lessati (quelli già pronti vanno benissimo), una tazza di brodo vegetale e tappa la padella con il suo coperchio.  Lascia cuocere.  Quando a tuo parere la cottura è ultimata versa sopra il tutto mezza bustina di besciamella, fai mantecare bene e non appena il riso si è freddato abbastanza (lo sentirai quando non ti scotta più le dita), con le mani fai delle palline di media grandezza, pressale bene e passale prima nell'uovo e poi nel pangrattato.  Compattale bene con le mani e riponile su un vassoio.  Falle riposare in frigo alcune ore.  A quel punto friggile in abbondante olio nuovo e servile ben calde.  Le polpette vanno fatte riposare in frigorifero, ricordatelo, altrimenti durante la frittura rischierai di vederle rompersi disperdendo tutto il loro contenuto nell'olio di frittura.  Inoltre se passerai le polpette anche nella farina oltre che nel pangrattato otterrai un composto ancora più compatto e adatto alla frittura in olio caldo.  E anche qui: buon appetito.

Non dimenticare mai: Per la seconda ricetta: chi non ama i soffritti, fate cuocere carota e sedano insieme al riso e piselli.

Idee per riciclare i rifiuti in casa Come riciclare i confetti La pulizia ecologica della casa Come riciclare dei biscotti secchi

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili